Sei qui: Home - EMERGENZA CORONA VIRUS - Informazioni sul corona virus

Informazioni sul corona virus

Stampa 

COMUNICAZIONI PER PREVENIRE, CONTENERE E MITIGARE LA DIFFUSIONE DI MALATTIA INFETTIVA DIFFUSIVA COVID -19.

IL SINDACO

 

Vista la delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020, con la quale è stato dichiarato, per sei mesi, lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;

Vista l’Ordinanza del 21 febbraio 2020 del Ministro della Salute di intesa con il Presidente della Regione Lombardia dalla quale, tra l’altro, si evince che è in corso la completa definizione della catena epidemiologica nel contesto lombardo e che non può escludersi il coinvolgimento di più ambiti del territorio nazionale in assenza di immediate misure di contenimento;

Visto il D.L.  23 febbraio 2020, n. 6 recante Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19;

VISTA la Circolare del Ministero dell’Interno n. 15350//117 (2) del 23 febbraio 2020 con cui vengono forniti chiarimenti in merito al suddetto D.L.  23 febbraio 2020, n. 6 recante Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19;

 

VISTA la Direttiva n.1 /2020 del Dipartimento Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio Dei Ministri prot. 0012035 P- del 25. 02.2020 con la quale vengono forniti i primi indirizzi operativi di carattere anche precauzionale per le amministrazioni pubbliche di cui all'articolo l, comma 2, del decreto legislativo n. 165 del 2001, al di fuori delle predette aree geografiche di focolaio di contagio al fine di garantire uniformità, coerenza ed omogeneità di comportamenti del datore di lavoro per la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro;

 

Ritenuto di dover dare adeguata informativa in merito agli indirizzi operativi, di carattere anche precauzionale, dettati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero della Salute;

RENDE NOTO

  1. Che  tutti gli individui che dal 1° febbraio 2020 sono transitati ed hanno sostato nei Comuni focolaio d’infezione o che abbiano avuto contatti con persone provenienti dalle medesime aree:Bertonico; Casalpusterlengo; Castelgerundo; CastiglioneD'Adda;  Codogno; Fombio; Maleo;San Fiorano; Somaglia; Terranova dei Passerini e di  Vo' Euganeo sono tenuti a comunicare tale circostanza al Dipartimento di prevenzione dell'azienda sanitaria competente per territorio, ai fini dell'adozione, da parte dell'autorità sanitaria competente, di ogni misura necessaria, ivi compresa la permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva; ( Circolare Ministero Interno del 23 febbraio 2020 - DPCM 23 febbraio 2020 di attuazione delle disposizioni del DL 6/2020) ;

 

  1. In tutti gli uffici pubblici e in tutti i luoghi adibiti al ricevimento del pubblico e, in generale, nei pubblici esercizi e in ogni locale in cui vi sia accesso di soggetti esterni, si raccomanda di evitare il sovraffollamento, anche attraverso lo scaglionamento degli accessi, nonché di assicurare la frequente aerazione dei locali e di curare che venga effettuata un'accurata pulizia e disinfezione delle superfici ed ambienti (punto 8 Direttiva n.1/2020 del Dipartimento Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio Dei Ministri );
  2. nelle iniziative e negli eventi aggregativi di qualsiasi natura, così come in ogni forma di riunione e attività formativa (quali convegni, seminari di aggiornamento professionale, etc.) devono essere privilegiate modalità tali da assicurare un adeguato distanziamento come misura precauzionale (punto 5, primo capoverso, Direttiva n.1/2020 del Dipartimento Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio Dei Ministri );
  3. In tutti gli uffici pubblici e in tutti i locali aperti al pubblico, devono essere messi a disposizione di addetti e utenti, strumenti di facile utilizzo per l'igiene e la pulizia della cute, quali ad esempio dispensatori di disinfettante o antisettico per le mani e salviette asciugamano monouso (punto 8, secondo capoverso, Direttiva n. 1 /2020 del Dipartimento Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio Dei Ministri)

INFORMA

Che coloro che dovessero presentare sintomi che possono essere indicativi di eventuale infezione, quali febbre, tosse, difficoltà respiratoria, stanchezza, dolori muscolari, devono evitare di accedere direttamente alle strutture di Pronto Soccorso del SSN rivolgendosi, invece, telefonicamente al proprio medico curante o al numero di emergenza 118 o al numero verde 1500 del Ministero della Salute, a cui rispondono dirigenti sanitari e mediatori culturali della Sala Operativa per fornire informazioni 24 ore su 24 sul coronavirus e per raccogliere eventuali segnalazioni di casi sospetti e per dare ogni tipo di informazione utile sul virus e sui comportamenti corretti da mettere in atto.  (punto 9 Direttiva n. 1/2020 del Dipartimento Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio Dei Ministri ).

Per le comunicazioni, le informazioni e i chiarimenti utili contattare i seguenti numeri pubblicati sul Sito  dell’ASM :

▪      Dott. Paolo Chieco - 0835.253613

▪      Dott. Carlo Annona - 329.5832620

▪      Dott. Vito Citro - 335.5334888

▪      Dott. Maurizio Stigliano - 335.5334255.

In caso di impossibilità di accesso ai numeri dei servizi sanitari chiamare:

▪      la sala operativa di Protezione Civile Regionale al numero 0971668463

▪      il numero verde 800 073 665.

 

 

VANNO OSSERVATE LE SEGUENTI RACCOMANDAZIONI ELABORATE DAL MINISTERO SALUTE:

  1. Lavarsi spesso le mani.
  2. Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute.
  3. Non toccare occhi, naso e bocca con le mani.
  4. Coprire bocca e naso se si starnutisce o se si tossisce.
  5. Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico.
  6. Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol.
  7. Usare la mascherina solo se si sospetta di essere malato o se si assistono persone malate.
  8. I prodotti MADE IN CHINA e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi.
  9. Contattare il numero verde 1500 se si ha febbre o tosse e si è tornati dalla Cina da meno di 14 giorni.
  10. Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus.

CHIEDE

A tutta la popolazione un profondo senso di responsabilità nel seguire le predette prescrizioni con scrupolo ed attenzione al fine di contribuire al bene comune

 

IL SINDACO

Geom. Francesco Comanda

 

Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni clicca sul link seguente privacy.

Ho capito.
EU Cookie Directive Module Information