Sei qui: Home Miglionico sulla stampa locale Fiamme nella notte in via Roma, a pochi metri di distanza da piazza Popolo

Fiamme nella notte in via Roma, a pochi metri di distanza da piazza Popolo

Stampa 

immagineMIGLIONICO. Fiamme nella notte in via Roma, a pochi metri di distanza da piazza Popolo. Sono stati bruciati, completamente distrutti dall’incendio, tre cassonetti di plastica adibiti alla raccolta differenziata della plastica e della carta. Erano posizionati sul lato destra della strada adiacente alla parete laterale della chiesa del “Purgatorio”. “L’assalto” ai tre bidoni dell’immondizia è stato perpetrato nella notte scorsa, verosimilmente, intorno alle ore tre di ieri notte (sabato notte). A quell’ora, infatti, sul posto è intervenuta una squadra dei Vigili del Fuoco del Comando di Matera che ha spento il rogo e ha impedito che le fiamme si propagassero agli altri due contenitori, collocati vicino ai tre che sono stati completamente inceneriti dal fuoco. “Fino alle due di notte – dice Giuseppe Musillo, titolare del vicino bar “Las Manas” – in piazza era tutto tranquillo. Dopo aver effettuato le pulizie all’interno del mio locale – prosegue il barista – sono rientrato a casa e non ho notato alcun movimento sospetto”. E’ presumibile, quindi, che l’atto vandalico sia stato effettuato subito dopo. In mattinata, sul luogo dell’incendio, il desolante scenario della distruzione: tre fusti della spazzatura completamente liquefatti; un altro lievemente deteriorato; la parete laterale della chiesetta è annerita per circa tre metri quadri; i fili esterni della rete elettrica probabilmente danneggiati; per terra, sulla strada, tanta cenere e i resti del rogo. “Non ci sono dubbi sull’origine dolosa dell’incendio – dice sconsolato il sindaco Angelo Buono (Pd) – siamo di fronte a un assurdo atto di violenza che offende la comunità. Un’azione sciagurata di violenza e di inciviltà che si commenta da sola”. Il danno economico, che dovrebbe aggirarsi intorno a sei mila euro, si ripercuote sul Comune, ma di fatto ricade su tutti i cittadini miglionichesi. “Un solo cassonetto – spiega il Sindaco – costa 600 euro. Inoltre, bisognerà riparare la parete della chiesetta e verificare l’entità degli eventuali danni all’impianto esterno della rete elettrica”. Sullo sciagurato episodio di violenza perpetrato ai danni del patrimonio della comunità sono scattate le indagini dei militari della locale stazione dei Carabinieri, al fine di individuarne gli autori, che pur agendo nel buio della notte, questa volta, potrebbero essere stati ripresi dalle telecamere installate a cura del Comune, in funzione, da un paio di mesi, nella zona del rogo.

dalla Gazzetta del Mezzogiorno
di Giacomo Amati

 

Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni clicca sul link seguente privacy.

Ho capito.
EU Cookie Directive Module Information