Sei qui: Home Miglionico sulla stampa locale Cassonetti in cenere e danni per migliaia di euro.

Cassonetti in cenere e danni per migliaia di euro.

Stampa 

MIGLIONICO. Un nuovo atto vandalico, in sfregio a tutta la collettività, ha svegliato la cittadina del Malconsiglio. La scorsa notte, intorno alle 3, ignoti hanno appiccato il fuoco ai cassonetti della raccolta differenziata ubicati a ridosso di Piazza Popolo, in pieno centro. Le fiamme, sprigionatesi dai cassonetti contenenti carta e cartoni, sono andate così alte da rovinare le mura laterali dell’adiacente chiesa del Purgatorio ed i corpi illuminanti dell’illuminazione pubblica oltre a ridurre in cenere e renderli inservibili i cassonetti in plastica adibiti alla raccolta differenziata. L’arrivo tempestivo dei pompieri da Matera ha evitato il propagarsi delle fiamme. Un atto vandalico che segue quello degli scorsi mesi, quando, sempre nottetempo, ignoti si accanirono, distruggendo, griglie di protezione dei parcheggi comunali, specchi stradali convessi e diverse panchine del percorso pedonale che circonda il Castello. Questa gesta si stanno ripetendo con troppa frequenza ed urgono provvedimenti per individuare i responsabili che arrecano un danno di immagine ed economico a tutta la comunità, costretta a sobbarcarsi di ulteriori spese per le riparazioni. “L’ultima vigliaccata notturna, - l’esternazione del Sindaco Angelo Buono – è una vergogna assoluta! Si tratta di incendio doloso. Ho presentato denuncia contro ignoti e le forze dell'ordine hanno avviato le indagini. Il colpevole, consapevole o non consapevole del danno che andava ad arrecare, sarà beccato e punito come merita. Questo stillicidio di atti vandalici deve finire. Lavoriamo nelle ristrettezze economiche e diamo il massimo, nonostante la burocrazia e le difficoltà economiche, per far crescere Miglionico e ci duole il cuore assistere a questi scempi come quello altrettanto grave compiuto il mese scorso presso i nostri parcheggi di porta Pomarico. In pochi minuti danni per migliaia di euro. Chiediamo la collaborazione di tutti per individuare ed isolare questa gente.” Dello stesso tenore lo sconforto e l’indignazione dell’ass. Mariangela Bertugno che invita a denunciare chi commette simili atti: “Chiunque abbia visto qualcosa, per un senso civico e di rispetto verso la nostra comunità, dovrebbe parlare. Non solo su quest’ultimo episodio ma anche su altri avvenuti precedentemente. Dobbiamo essere tutti a dire basta a questo clima omertoso, perché ogni danno perpetrato al bene pubblico ricadrà inevitabilmente su tutte le famiglie”. Indignato anche il capogruppo M5S, Digioia, che precisa: “Urgono risposte per arginare questi atti di vandalismo.Telecamere di sorveglianza, più attenzione notturna da parte delle forze dell'ordine e collaborazione di tutti per difendere il bene pubblico. Atti del genere penalizzano tutti indistintamente e sono la peggiore risposta anche ad un eventuale disagio sociale”.

dal Quotidiano della Basilicata
di Antonio Centonze

 

Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni clicca sul link seguente privacy.

Ho capito.
EU Cookie Directive Module Information