Sei qui: Home Miglionico sulla stampa locale Rassegna eventi

Rassegna eventi

Stampa 

MIGLIONICO. E’ il giorno della “Congiura dei Baroni” (1485). E’ in calendario oggi, lunedì, 14 agosto. La rievocazione di questo evento storico, che segnò profondamente il Regno di Napoli, ci fa compiere un “viaggio” nel Medioevo, tra i capitoli più affascinanti della storia di Miglionico. Un salto nel tempo, alla riscoperta del volto antico del paese. E’ l’appuntamento più atteso e suggestivo della rassegna, “SeRestate a Miglionico 2017”, a cura del Comune. La rivisitazione della famigerata vicenda racconta la storia della ribellione dei baroni meridionali contro il re di Napoli Ferrante I d’Aragona e contro suo figlio Alfonso, duca di Calabria, detto il “Guercio” per la sua crudeltà. Entrambi erano ritenuti colpevoli di aumentare le tasse sui loro sudditi. La congiura fu ordita nel salone più grande del maniero miglionichese, da allora indicato del “Malconsiglio”. Ma il servizio di controspionaggio a protezione del re Ferrante riuscì a sventare la minaccia. Il sovrano di Napoli, opportunamente informato del pericolo incombente sulla sua vita, in un primo momento, finse di perdonare i congiurati. L’anno successivo, però, il 13 agosto del 1486, li attirò in un agguato: li invitò tutti a partecipare al matrimonio di sua nipote Maria Piccolomini. I ribelli furono accolti con molti onori. E una volta riuniti intorno alla tavola imbandita, il castellano Pascasio Diaz Garlon, tra la sorpresa generale, li dichiarò tutti in stato di arresto. Un paio di mesi dopo, il 3 novembre del 1486, nella “Camera delle Riggiole” furono processati da alcuni giudici e, ritenuti colpevoli di tradimento nei confronti del loro re, furono giustiziati tramite decapitazione. Lo spettacolo odierno, finanziato dalle risorse economiche della Regione Basilicata, si svolgerà nella corte del Castello, con la partecipazione straordinaria dell’attore bolognese Alessandro Haber, 70 anni, che si calerà nei panni di re Ferrante I d’Aragona. Si prefigura una rappresentazione ricca sotto il profilo scenografico, narrativo e delle coreografie che saranno curate dall’artista miglionichese Nunzia Decollanz, responsabile della direzione artistica dell’evento storico. Al prof. Giampaolo D’ Andrea e all’arch. Luigi Bubbico, invece, è stata affidata la consulenza storica dello spettacolo, cui parteciperanno un centinaio di figuranti, selezionati tra gli abitanti miglionichesi. “Siamo alla settima edizione della Congiura – sottolinea il sindaco Angelo Buono (Pd) – una manifestazione che, ormai, viene riconosciuta come un evento culturale di primo piano in ambito regionale. Lo spettacolo viene seguito da numerosi turisti e spettatori provenienti da vari centri del Materano e da fuori regione. Ha l’obiettivo di far riscoprire una pagina di storia, tra le più suggestive, del nostro paese”. Giova ricordare che alla “Congiura dei Baroni” partecipò anche Girolamo Sanseverino, signore di Miglionico con lo scopo di garantirsi il controllo dei suoi feudi e la continuità dei suoi casati. Infine, va sottolineato come l’inizio della ribellione dei baroni a re Ferrante, secondo le fonti riportate negli annali della storia locale, sia riconducibile alla cerimonia delle “nozze combinate di Melfi tra il conte Troiano Caracciolo e Ippolita Sanseverino”.

MIGLIONICO. C’è solo l’imbarazzo della scelta per i visitatori animati dalla voglia di assistere agli spettacoli in calendario oggi, lunedì, 14 agosto, nell’ambito della manifestazione della settima edizione della “Congiura dei Baroni”. Si comincia alle 16,30, in piazza Popolo con la cerimonia d’inaugurazione, cui seguirà quella degli archibugieri che annunciano l’arrivo del re. E poi l’episodio del “Giullar giocoso a corte”. Alle 18, in piazza Castello, lo spettacolo de “I falconieri del Re”; alle 19,30, in piazza Popolo, “Il corteo dei baroni giunge al castello”; alle 20, in piazza Unità d’Italia, la rappresentazione del “Banchetto medievale con il giullar giocoso”. A seguire: altri episodi di storia medievale, fino a quello conclusivo della rievocazione della “Congiura dei Baroni” che si svolgerà all’interno della corte del Castello.

 

Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni clicca sul link seguente privacy.

Ho capito.
EU Cookie Directive Module Information