Sei qui: Home Miglionico sulla stampa locale Movimento franoso in contrada “Sotto Le Vigne”

Movimento franoso in contrada “Sotto Le Vigne”

Stampa 

MIGLIONICO. Movimento franoso in contrada “Sotto Le Vigne”, lungo la strada che congiunge il centro abitato alla “Bradanica”. La segnalazione della sussistenza del fenomeno è stata inoltrata all’attenzione del sindaco Angelo Buono (Pd) da parte del consigliere comunale di minoranza Antonio Digioia, capo gruppo del M5S. Nel testo della lettera si legge che “un movimento franoso, causato dal cedimento del canale di scolo delle acque bianche che attraversa tutta contrada Sotto Le Vigne, sta interessando una zona dei terreni di un’azienda agricola miglionichese. Da anni tale canale risulta essere carente di manutenzione e di portata insufficiente per la raccolta di una parte delle acque meteoriche del centro abitato”. La segnalazione si conclude con la richiesta di un tempestivo intervento da parte del Comune, volto a “ripristinare la tenuta del canale di scolo al fine di scongiurare l’ulteriore cedimento di una parte del terreno agricolo adiacente”. Da parte sua, il sindaco Buono osserva come, nella fattispecie, non si possa parlare dell’esistenza di una vera e propria frana. Quindi, precisa: “E’ improprio parlare di dissesto idrogeologico. In realtà, nella zona esiste un fosso naturale che raccoglie le acque meteoriche di una parte del paese. Si tratta di un impluvio naturale preesistente da decenni che in quest’ultimo periodo ha causato un’erosione di una parte del terreno circostante. Negli anni passati il Comune vi ha costruito delle briglie in cemento per incanalare le acque bianche che provengono da via Marconi. Per impedire che nella contrada agricola venga alterato l’equilibrio statico e la coesione del terreno bisogna realizzare un’opera di ingegneria edile, finalizzata ad allungare il tratto della canalizzazione delle acque, favorendone il deflusso fino al sottostante fiume Bradano”. Servono opere di salvaguardia del territorio. E risorse economiche che potranno essere finanziate dall’ufficio regionale “Assetto del territorio” della Basilicata.

dalla Gazzetta del Mezzogiorno
di Giacomo Amati

 

Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni clicca sul link seguente privacy.

Ho capito.
EU Cookie Directive Module Information