Sei qui: Home Miglionico sulla stampa locale Macellazione domiciliare dei suini domestici per autoconsumo familiare

Macellazione domiciliare dei suini domestici per autoconsumo familiare

Stampa 

MIGLIONICO. Macellazione domiciliare dei suini domestici per autoconsumo familiare. Un’ordinanza del sindaco Angelo Buono (Pd) ne regola i modi e i tempi. “La visita ispettiva veterinaria – si legge nel testo dell’ordinanza – avverrà nella giornata di lunedì nel periodo compreso tra il 12 dicembre 2017 e il 28 febbraio 2018. L’ispezione delle carni dei suini macellati a domicilio per uso familiare avverrà presso il domicilio del richiedente o presso un locale individuato previo avviso di almeno due giorni feriali prima della macellazione, chiamando ai seguenti numeri di telefono cellulare: 3391386505 – 3295832551. I suini devono essere macellati entro e non oltre le 24 ore che precedono la visita del veterinario. Gli interessati dovranno portare presso la sede del presidio sanitario le seguenti parti dell’animale macellato: fegato, polmoni, esofago, trachea, diaframma, milza, lingua, reni e cuore”. Inoltre, viene precisato che prima di effettuare la macellazione è necessario predisporre un versamento a favore “dell’Azienda sanitaria di Matera sul conto corrente postale n. 95747143 di 11,22 euro per ogni capo da abbattere e un altro versamento di euro 3,74 a capo per l’esame trichinoscopico all’IZS di Foggia sul conto corrente postale n. 12938718”. Infine, si sottolinea che “l’abbattimento del suino deve avvenire senza causare sofferenza all’animale, del quale nessuna parte potrà essere consumata prima di conoscere l’esito favorevole della visita veterinaria e di quello dell’esame certificato dal laboratorio sanitario di Foggia”. Nella comunità, per lo più, tra alcune famiglie di contadini, è ancora diffusa l’usanza di uccidere il maiale domestico che normalmente viene allevato in campagna allo stato brado e nutrito con ghiande, cereali, farine, foraggio, mais e tenere foglie di piantine. Alcuni esemplari raggiungono anche un peso di circa due quintali. Si riproducono due volte all’anno: la gestazione ha una durata di circa tre mesi. Da una sola gestazione possono nascere dai 5 ai 10 maialini. La loro carne è molto appetibile. “Ad ammazzare un maiale – dice un vecchio proverbio lucano – si sta bene un anno”.

dalla Gazzetta del Mezzogiorno
di Giacomo Amati

 

Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni clicca sul link seguente privacy.

Ho capito.
EU Cookie Directive Module Information