Sei qui: Home Miglionico sulla stampa locale Paese natio, addio

Paese natio, addio

Stampa 

MIGLIONICO. Paese natio, addio. E’ il saluto (si spera non permanente, ma temporaneo) che ben 70 cittadini miglionichesi (41 maschi e 29 donne), su una popolazione di 2454 abitanti al 31 dicembre 2017, hanno rivolto a Miglionico nel corso dell’anno appena trascorso. Chi per motivi di studio e chi per ragioni di lavoro, i miglionichesi continuano ad emigrare in altre località italiane ed estere. Quasi come accadeva negli anni Cinquanta e Sessanta. Una popolazione in cammino: alla ricerca di una migliore qualità della vita. L’emigrazione, quindi, continua ad essere un fenomeno sociale diffuso all’interno della comunità. Ne è quasi un tratto distintivo. E’ legato a cause ambientali, economiche e culturali, spesso, correlate tra di loro. Un fenomeno che senz’altro ne impoverisce le potenzialità di crescita sociale. Ma nel 2017, in paese, non c’è stato solo spopolamento: vi sono arrivati 42 immigrati, 24 donne e 18 maschi. Analizzando gli altri dati, aggiornati e registrati tramite l’anagrafe del municipio – ringraziamo Francesco Lopergolo, responsabile dell’ufficio, si scopre che, al 31 dicembre 2017, la popolazione complessiva è costituita da 2454 abitanti, di cui 1231 sono donne e 1223 sono maschi. Va sottolineato come, rispetto all’anno scorso, la popolazione sia diminuita di 43 unità. I nati nel corso dell’anno scorso sono stati 20 (11 femminucce e 9 maschi); invece, le persone decedute sono state 31 (17 maschi e 14 donne). Negli ultimi otto anni, ovvero nel periodo compreso tra il 2010 e l 2017, il dato numerico complessivo dei nati è di 135 (66 sono di sesso femminile e 69 di quello maschile). Nello stesso arco temporale, il numero delle persone decedute è stato di 194: 98 donne e 96 maschi. Ne deriva che gli abitanti miglionichesi che muoiono non sono sostituiti, nella stessa entità numerica, da quelli che nascono. Facendo un’analisi comparativa tra il numero dei nati e quello dei morti, negli ultimi otto anni, si scopre che la popolazione miglionichese tende lentamente, ma inesorabilmente, a diminuire. Un dato, quest’ultimo, che non è sorprendente, considerato che il tasso della natalità tende a diminuire di anno in anno, sempre di più. Curiosità: in paese vive un solo centenario: è la signora Maria Santa Mucci, vedova Casella che, tra qualche mese, compirà 106 anni. Invece, i miglionichesi che hanno un’età compresa tra i 90 e i 99 sono 41: 27 sono donne e 14 i maschi.

dalla Gazzetta del Mezzogiorno
di Giacomo Amati

 

Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni clicca sul link seguente privacy.

Ho capito.
EU Cookie Directive Module Information