Sei qui: Home Miglionico sulla stampa locale Proloco: elezioni per il nuovo consiglio direttivo

Proloco: elezioni per il nuovo consiglio direttivo

Stampa 

MIGLIONICO. Proloco: elezioni per il nuovo consiglio direttivo. Dopo le dimissioni dalla carica di Presidente di Giulio Traietta che ha guidato la ProLoco per diversi anni, questa sera alle ore 18 si terranno le elezioni per scegliere il Presidente e rinnovare le cariche amministrative. A rivestire la carica di Presidente, al momento sembra sia stata avanzata la candidatura del 43enne Francesco Martulano operante da diversi anni in seno alla proloco insieme alla moglie, Grazia Giannella, già facente parte del consiglio direttivo al quale si è ricandidata. Una ProLoco che negli ultimi anni è riuscita a dare notevole visibilità a Miglionico sia in ambito regionale che nazionale. Una per tutti la partecipazione alla trasmissione Tv, “Mezzogiorno in Famiglia” in cui Miglionico fu protagonista per 2 fine settimana di seguito sugli schermi di Rai2 mettendo in vetrina tradizione, cultura e bellezze architettoniche del territorio. Le dimissioni di Giulio Traietta, l’uomo che ha portato a Miglionico anche il “Festival della Filosofia della Magna Grecia”, sono state un fulmine a ciel sereno. Un lavoro apprezzato da tanti quello di Traietta che, dopo la lettera di dimissioni postata sui social, ha ricevuto oltre ai complimenti per l’operato svolto in questi anni anche diversi inviti a ripensarci. “Una scelta sofferta, quella di abbandonare questo ruolo – esordisce Traietta che aggiunge: “ È stata una delle esperienze più belle che un ragazzo di 23 anni possa fare. Ho dato il 150% di me stesso, sacrificando lo studio, il lavoro, gli affetti personali, gli amici e il tempo che avrei potuto trascorrere con la mia ragazza. Ma chi come me ha a cuore il proprio paese, ha una visione del futuro anche di una piccola comunità e allora tutto il sacrificio ha un senso. Ho incontrato persone bellissime durante questo percorso: Grazia e Francesco, Davide, Gerardo cui devo molto. Non avrei fatto nulla di quello che ho fatto se non ci fossero state soprattutto le “signore della Proloco” che ringrazio per la loro smisurata collaborazione”. Al perché il più giovane presidente di Basilicata lasci, precisa: “Due motivi: uno di carattere lavorativo che non mi consente di dedicare il tempo che avrei voluto e l’altro è che non desidero che l’associazione si identifichi in me. Io sono passeggero e non voglio che si pensi qualora nel prossimo futuro ci fossero opportunità imprenditoriali, che io o la mia associazione possiamo essere “favoriti” per amicizie spassionate. L’associazione non sono io. C’è una macchina e un cuore dietro”. E chiude: “Miglionico potrà essere un grande paese (anche se lo è già) solo se finiranno i sotterfugi politici tra le associazioni e i personalismi che esasperano gli animi. Le tantissime iniziative per avvicinare le persone all’associazione, per far capire loro che una rivoluzione giovanile, non si può fare da soli è stata la mia più grande soddisfazione. Credo che qualcosa di buono siamo riusciti a farlo portando a Miglionico un notevole flusso turistico che spero continui.”

dal Quotidiano della Basilicata
di Antonio Centonze

 

Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni clicca sul link seguente privacy.

Ho capito.
EU Cookie Directive Module Information