Sei qui: Home Miglionico sulla stampa locale E’ la dolcezza il tratto distintivo della poesia

E’ la dolcezza il tratto distintivo della poesia

Stampa 

MIGLIONICO. Che dolcezza! Pervade l’anima. E’ la dolcezza il tratto distintivo della poesia (senza titolo) che, scritta dalla poetessa miglionichese Nunzia Dimarsico (53 anni), ormai, vera e propria “ambasciatrice” della poesia “Made in Miglionico”, è stata selezionata da un’apposita giuria attraverso un concorso di poesie a carattere nazionale ed inserita nell’antologia “Tra un fiore colto e l’altro donato”, ed. Aletti, Guidonia (Roma, 2018), con prefazione del poeta, attore e regista milanese Alessandro Quasimodo (79 anni), figlio del celebre poeta siciliano Salvatore Quasimodo (Modica, 20 agosto 1901 – Napoli, 14 giugno 1968), esponente di spicco dell’Ermetismo (corrente letteraria del Novecento che produce una poesia chiusa, difficile da interpretare, perché volutamente complessa). Il libro raccoglie 171 liriche di vari autori, per complessive 188 pagine. Quella firmata da Dimarsico è costituita da un’unica strofa e si compone di 25 versi. Esprime un intenso, coinvolgente e seducente messaggio d’amore. E’ un inno all’amore. Trasmette un soave sentimento di tenerezza e commozione. E’ un canto d’amore: comunica l’idea dell’amore maturo che dice: ho bisogno di te perché ti amo. In particolare, la lirica è pervasa da due forme primarie d’amore: la prima denota una visione romantica dell’amore: è volta ad idealizzare la persona amata; la seconda, invece, sembra andare oltre la dimensione spirituale per assumerne anche una sensuale. L’autrice scruta se stessa, mette a nudo la sua vita interiore, “guarda” negli occhi dei suoi lettori e dice: tutti abbiamo bisogno dell’amore dell’altro: ci aiuta ad uscire dal buio della solitudine. Ci fa vedere la luce. E’ nell’amore, con l’amore che l’uomo si migliora. Il senso profondo di questa poesia, quindi, va colto nel suo intrinseco messaggio: solo l’amore può migliorare la qualità della vita dell’uomo. In altre parole, l’uomo è chiamato ad identificarsi col suo essere e non col suo apparire. Per farlo, la strada maestra da seguire è rappresentata dal valore dell’amore che permette di vivere non in modo banale, ma nella dimensione più autentica, nello spirito della fratellanza, amando il prossimo. Giova precisare che l’artista miglionichese scrive poesie sin dall’adolescenza: ne ha prodotte più di mille. Ma solo nell’ottobre di due anni fa ha pubblicato una raccolta, “Nella leggerezza di un canto”, ed. “Dibuono”, Villa D’agri (Pz). Più volte, negli anni passati, è stata premiata, risultando vincitrice in vari concorsi letterari che si sono svolti in ambito regionale e nazionale. Un elemento fondante della sua produzione poetica è costituito dal dato autobiografico. I temi più ricorrenti che sono al centro delle sue liriche sono legati sia alla sua vita interiore sia agli aspetti sociali della realtà d’oggi. Un altro elemento caratterizzante della poesia di Dimarsico è rappresentato dalla costante ricerca del dialogo con il prossimo, con Dio e con tutto ciò che le sta intorno. I suoi rapporti d’amicizia, infine, costituiscono un forte elemento d’ispirazione.

dalla Gazzetta del Mezzogiorno
di Giacomo Amati

 

Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni clicca sul link seguente privacy.

Ho capito.
EU Cookie Directive Module Information