Sei qui: Home Miglionico sulla stampa locale Idee innovative e nuove linee guida per il Gal-Start 2020

Idee innovative e nuove linee guida per il Gal-Start 2020

Stampa 

MIGLIONICO. Idee innovative e nuove linee guida per il Gal-Start 2020 (Strategia turistica accessibile e responsabile territoriale), diretto dal presidente Leonardo Braico. Gli elementi fondanti, che andranno a contraddistinguerne il piano programmatico per il biennio 2018/2020, sono stati illustrati dal presidente Braico nel corso dell’assemblea dei soci che s’è svolta, nei giorni scorsi, nel “Palazzo Rondinelli” di Montalbano Jonico. Dopo aver approvato con voto unanime dell’assemblea il bilancio consuntivo del nuovo Gal (Gruppo d’azione locale), costituitosi nel mese di agosto dell’anno scorso, il presidente dell’ente ha illustrato quelli che saranno gli obiettivi essenziali da perseguire, al fine di promuovere lo sviluppo economico e il benessere socio-culturale all’interno dell’area Matera Orientale-Metapontino, nel corso dei prossimi mesi. Tra le attività più significative da attuare, ne spiccano cinque: la prima è riconducibile all’idea di creare delle “piccole filiere agroalimentari nel settore agricolo e nelle zone rurali”; la seconda, invece, concerne il proposito di “continuare a proporre ed a valorizzare un territorio ricco di storia, arte e cultura che negli anni passati è rimasto sempre lontano dai flussi turistici”; la terza riguarda il progetto di sviluppare al massimo l’azione di cooperazione per promuovere il cineturismo in ambito regionale; la quarta è relativa all’obiettivo di “portare alla ribalta nazionale ed internazionale le attrazioni turistiche regionali, utilizzando iniziative promozionali e partecipando alle varie manifestazioni nel settore turistico, agroalimentare ed artigianale”; la quinta, infine, fa riferimento alla strategia di rafforzare la “relazione tra la città di Matera, Capitale europea della cultura 2019 e il territorio rurale nel quale si svilupperanno i tre temi riguardanti il turismo sostenibile, lo sviluppo delle filiere corte in agricoltura e la promozione del patrimonio storico, artistico e culturale”. Da parte sua, il direttore Giuseppe Lalinga ha prefigurato la possibilità di creare maggiore occupazione nel settore del turismo, utilizzando “finanziamenti nazionali e comunitari”.

dalla Gazzetta del Mezzogiorno
di Giacomo Amati

 

Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni clicca sul link seguente privacy.

Ho capito.
EU Cookie Directive Module Information