Sei qui: Home Miglionico sulla stampa locale Disostruzione pediatrica - Nuovo regolamento assegnazione lotti PIP

Disostruzione pediatrica - Nuovo regolamento assegnazione lotti PIP

Stampa 

MIGLIONICO. Linee guida sulla disostruzione pediatrica e sulle manovre accessorie di rianimazione. Sono volte alla liberazione delle vie aeree di un bambino o di un lattante da un corpo estraneo. Un corso gratuito sul tema è in programma oggi, venerdì 25 maggio, alle 17, nell’auditorium del Castello del Malconsiglio, a cura di Domenico Lamagna che metterà in risalto alcune prove pratiche, manovre salvavita, utilizzando alcuni manichini. E’ utile sapere che un bambino con trachea ostruita, se non aiutato subito, potrebbe andare incontro ad una condizione di anossia, cioè ad una insufficiente ossigenazione dei tessuti dell’organismo e quindi a subire conseguenze gravi per la propria salute.

MIGLIONICO. Nuovo regolamento comunale per l’assegnazione dei lotti all’interno della locale area artigianale, conosciuta anche con la sigla “Pip” (Piano insediamento produttivo). Creata negli anni Ottanta, in contrada “Pescara”, ubicata a circa due chilometri di distanza dal centro abitato, la zona artigianale si estende su di una superficie di circa 70 mila metri quadrati. E’ suddivisa in una quarantina di lotti (30 sono quelli già funzionanti): ciascun lotto ha un’estensione di mille metri quadrati. Il Consiglio comunale, presieduto dal sindaco Angelo Buono (Pd), con voto unanime, ha deliberato i nuovi criteri per l’assegnazione di quei lotti, una decina, che attualmente non sono ancora funzionanti. I cittadini che intendono richiederne l’assegnazione dovranno produrre dei progetti relativi all’attività di produzione e servizi da avviare. Il fine che il Comune intende perseguire è quello di favorire “lo sviluppo delle attività artigianali, industriali, commerciali e di servizi in genere – spiega il sindaco Buono – offrendo alle imprese l’opportunità di creare lavoro, progresso economico e sviluppo sociale”. Ai soggetti richiedenti che sono titolari di imprese con sede operativa nel territorio dell’agro miglionichese, le quali svolgono attualmente la loro attività produttiva in zone urbanistiche ove gli strumenti vigenti non ne consentirebbero l’operatività per esplicito contrasto con le destinazioni d’uso, riceveranno dieci punti, cioè il punteggio più alto tra quelli previsti dal bando. Un’apposita commissione, costituita da tre componenti, “scelti preferibilmente tra esperti interni all’ente comunale – si legge nel testo del regolamento – provvederà ad esaminare le domande ed a formulare una graduatoria sulla base di criteri oggettivi. La graduatoria avrà una validità di tre anni”. Resta da precisare che il prezzo al metro quadro delle aree da cedere in proprietà sarà stabilito annualmente, in misura “pari al costo per metro quadrato sostenuto dall’amministrazione comunale per la loro acquisizione, maggiorato della quota percentuale di incidenza per metro quadrato delle spese per la realizzazione delle opere di urbanizzazione”.

dalla Gazzetta del Mezzogiorno
di Giacomo Amati

 

Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni clicca sul link seguente privacy.

Ho capito.
EU Cookie Directive Module Information