Sei qui: Home Miglionico sulla stampa locale Due articoli dal Quotidiano della Basilicata

Due articoli dal Quotidiano della Basilicata

Stampa 

MIGLIONICO. Circa 2milioni di euro sull’azzardo nella cittadina del Malconsiglio. Miglionico, con 2.454 abitanti ed un reddito pro-capite pari a 14.241€, nell'anno 2017, risulta aver "investito" nel gioco d'azzardo la considerevole cifra di 1 milione e 920mila euro, 500 mila euro in più rispetto al 2016 quando la cifra spesa per il gioco era stata di 1 milione e 430 mila euro. Questo il nuovo dato fotografato da una ricerca sull’ “Italia delle Slot", condotta dalla GEDI e visualizzabile sul sito http://lab.gedidigital.it/gedi- visual/2018/italia-delle-slot-2/. Una spesa che vede gli abitanti della cittadina del Malconsiglio classificarsi al primo posto, rispetto ad altri comuni del comprensorio, per spesa pro-capite in rapporto ai suoi abitanti. 783€ è stata la somma che ciascun miglionichese, ha sperperato al gioco. Una somma superiore a quella dedicata al gioco nei comuni vicinori con nell’ordine Grottole 744€, Grassano 733€, Tricarico 730€, Montescaglioso 530€, Irsina 500€, Pomarico 478€ e Ferrandina con 456€. Una cifra, quella di Miglionico, risultata comunque la metà rispetto a quella di Matera che ha toccato nel 2017, una spesa pro-capite per il gioco pari a 1493€. Miglionico è risultato al posto numero 2819 su 7954 comuni italiani nella classifica generale per giocate pro- capite mentre rispetto a cittadine delle stese dimensioni è 2682° su 7100 comuni con abitanti inferiori a 50mila. I soldi vinti per le giocate sono stati comunque 1,34 mln di euro rispetto a 1,92 mln di euro giocati (-580mila euro). Di questi ultimi, 319.801€ sono finiti nelle casse dello Stato e 264.984€ nelle tasche di concessionari, esercenti e gestori. Sempre dallo studio della GeDi si è evidenziato che la quantità di euro più rilevante è stata puntata sulle AWP e VLT (Amusement With Prizes, alla lettera Divertimento con premi e Video Lottery Terminal) passando dal mezzo milione di euro del 2015 a 1,48 mln di euro. Dagli stessi dati, riferiti agli anni 2015, 2016 e 2017 si può notare come le giocate totali alle macchinette sono aumentate notevolmente pur in presenza di una diminuzione all’interno del territorio comunale del loro numero, passato dalle 26 unità del 2015 alle 18 del 2017. Le somme dedicate agli altri giochi come il Lotto, 362mila euro, Lotterie istantanee, 47mila euro e SuperEnalotto 27mila euro, hanno portato, nel 2017, la spesa totale per il gioco a sfiorare nella cittadina la cifra record di 2milioni di euro.

MIGLIONICO. Cinquantamila euro per la realizzazione di investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale. Sono i fondi per investimenti destinati al Comune di Miglionico per “lavori” da avviare all’interno della cittadina tassativamente entro e non oltre il 15 maggio 2019.Il decreto emanato dal governo il 10 gennaio 2019, ha attribuito dei fondi ai piccoli comuni con un numero di abitanti inferiore ai 20mila, parametrandolo al numero di abitanti. Il decreto ha stabilito un fondo di 40.000 euro per i comuni fino a 2.000 abitanti, 50.000 euro per i comuni tra i 2.000 e i 5.000 abitanti nei quali rientra Miglionico, 70.000 euro per i comuni tra i 5.000 e i10.000 abitanti e 100.000 euro per i comuni con popolazione compresa tra 10.000 e 20.000 abitanti. Il contributo di 50mila euro sarà erogato a Miglionico, come a tanti altri comuni, suddiviso in due quote. La prima quota, pari al 50 per cento, sarà disponibile previa verifica dell'avvenuto inizio dei lavori entro il 15 maggio 2019 e dell'esecuzione degli stessi attraverso il sistema di monitoraggio stabilito dalla legge n. 145/2018. Lavori ovviamente rientranti nell’obiettivo per cui il finanziamento è stato concesso. La seconda quota, pari al restante 50 per cento, sarà elargita previa trasmissione del certificato di collaudo, ovvero del certificato di regolare esecuzione rilasciato dal direttore dei lavori. Una certificazione dovrà essere inviata esclusivamente con modalità telematica, tramite il Sistema Certificazioni Enti Locali, accessibile dal sito internet della Direzione centrale della finanza locale. “Una iniziativa, precisa Antonio Digioia, consigliere d’opposizione del M5S, che evidenzia la costante attenzione che il Governo italiano ha voluto riservare agli enti locali più piccoli dimostrando vicinanza ai territori e alle piccole comunità che, a seguito delle continue politiche di austerità, hanno registrato negli anni una progressiva riduzione di fondi e tagli in tanti servizi”. E sempre Digioia aggiunge: “Le tempistiche di questa misura sono ben definite e molto stringenti, proprio per garantire un efficace e celere utilizzo delle somme: entro il 15 maggio 2019 i comuni saranno tenuti ad avviare i lavori, per poter ottenere la prima tranche del finanziamento. Speriamo che anche la nostra amministrazione si attivi celermente affinché i 50mila euro assegnati vengano effettivamente utilizzati per messa in sicurezza, ripristini e migliorie di opere pubbliche presenti sul territorio comunale”.

di Antonio Centonze

 

Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni clicca sul link seguente privacy.

Ho capito.
EU Cookie Directive Module Information