Sei qui: Home Miglionico sulla stampa locale Due articoli dalla Gazzetta del Mezzogiorno

Due articoli dalla Gazzetta del Mezzogiorno

Stampa 

MIGLIONICO. Un sostegno economico per le famiglie miglionichesi numerose, con tre o più figli minorenni. E’ l’assegno per il nucleo familiare relativo all’anno scorso (2018). La domanda va presentata all’Ufficio protocollo del Comune “entro e non oltre il giorno 31 gennaio 2019”. Il beneficio economico può essere richiesto non solo dai cittadini italiani, ma anche da quelli stranieri residenti nel Comune, aventi tre o più figli minorenni a carico. “La domanda ha una validità annuale – si legge in una nota a firma della dottoressa Maria Fabrizio, responsabile dell’area amministrativa dell’ente comunale – e può essere presentata anche da quelle famiglie che l’hanno già ottenuto negli anni scorsi e che risultano essere in possesso dei requisiti economici ed anagrafici previsti dalla normativa di riferimento. L’istanza va compilata utilizzando l’apposito modello predisposto dal competente Ufficio comunale, disponibile presso la segreteria del Municipio o sul sito dell’ente”. Ad essa bisogna allegare alcuni documenti essenziali: copia fotostatica del documento d’identità, in corso di validità; certificato “Isee” e carta di soggiorno (per i cittadini stranieri).

MIGLIONICO. Chi sarà il sindaco di Miglionico per i prossimi cinque anni? La domanda è al centro dell’attuale dibattito politico, in vista del rinnovo del Consiglio comunale, previsto per la data del prossimo 26 maggio. Al momento, sembra che, per ricoprire la carica di primo cittadino, non ci siano, almeno ufficialmente, candidati disponibili nelle due formazioni politiche rappresentate in seno all’attuale assemblea cittadina. In casa Pd, pare certa, ormai, la rinuncia a candidarsi, per il terzo mandato, da parte del sindaco uscente, ing. Angelo Buono. Alla base della sua decisione, che sembra essere irrevocabile, pare che ci siano inderogabili motivi personali e di lavoro. Chi potrà sostituirlo? Al momento nessun candidato sembra intenzionato ad uscire allo scoperto. Tuttavia, sulla base delle “voci” che circolano in paese, pare che la scelta possa ricadere sul prof. Antonio Perrino, attuale consigliere comunale che, peraltro, ricopre ben due cariche: di capo gruppo consiliare e di segretario cittadino del Pd. Non si esclude, ad ogni modo, la candidatura di qualche altro “big” del partito democratico: il nome più autorevole, in tal senso, è quello di Enzo Guidotti, attuale presidente della locale cooperativa “Coserplast”. E, sempre nel Pd, non si esclude neppure che possa farsi avanti qualche “autsider”. In casa del locale M5S, invece, l’avv. Antonio Digioia è il candidato più “visibile”, perché è consigliere comunale di minoranza uscente e ricopre la carica di capo gruppo all’interno del movimento “grillino”. Nulla si sa in casa del centrodestra che, peraltro, non è rappresentato nella composizione dell’attuale assemblea cittadina. I moderati, soprattutto gli ex democristiani, sembrano essere in “letargo”: non ancora in “manovra”. Dietro le quinte ed a “fari spenti”, infine, sembra muoversi qualcosa con la “regia” di un “cavallo di razza” della politica locale e provinciale. Ma la “nomination” alla candidatura a sindaco potrebbe venire anche da un eventuale movimento civico, per adesso, defilato. In definitiva, per ora, ufficialmente, non è ancora partita la corsa alla poltrona di sindaco. Una sedia, per la verità, che non sembra essere molto ambita. Sarà vero?

di Giacomo Amati

 

Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni clicca sul link seguente privacy.

Ho capito.
EU Cookie Directive Module Information