Sei qui: Home Miglionico sulla stampa locale Due articoli dalla Gazzetta del Mezzogiorno

Due articoli dalla Gazzetta del Mezzogiorno

Stampa 

MIGLIONICO. “Una storia sbagliata. Un secolo di bugie e di mezze verità”. Il libro, a carattere storico, scritto da Ottaviano Di Grazia in collaborazione con Massimiliano Amato e Nico Pirozzi, ed. “Mondadori Store”, sarà presentato oggi, sabato 2 febbraio, alle 18,30, nell’auditorium del Castello del Malconsiglio, a cura della Chiesa Cristiana Evangelica Battista. L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Miglionico, rientra nel quadro delle celebrazioni della “Giornata della Memoria”, la cui ricorrenza ufficiale è quella del 27 gennaio, al fine di ricordare e commemorare le vittime dell’olocausto, causato dal regime nazifascista nel corso della seconda guerra mondiale. Presente il pastore Battista, Luca Reina, alla manifestazione interverrà anche uno degli autori del libro, Ottaviano Di Grazia, ebraista, docente presso l’Università “Suor Orsola Benincasa” di Napoli.

MIGLIONICO. Riapre nella mattinata di oggi, sabato, 2 febbraio, alle 9, al transito degli autoveicoli, la strada provinciale (ex statale n.7), lunga 11 chilometri, che collega Miglionico a Grottole. Il ripristino del transito e del traffico dei mezzi meccanici è stato previsto ufficialmente da un’apposita ordinanza che porta la firma dell’ing. Domenico Pietrocola, responsabile dell’area tecnica dell’Amministrazione provinciale di Matera. La chiusura della strada fu determinata da una frana di vaste proporzioni che si verificò nella zona circa nove anni fa (nella notte del 24 marzo 2010). A tal proposito, il sindaco di Grottole, Francesco De Giacomo precisa che, nella fattispecie, i lavori di ripristino della strada sono stati a cura della Provincia di Matera, per un “importo complessivo di 1 milione e 400 mila euro, finanziato dal Fondo per lo sviluppo e la coesione della Regione Basilicata. I lavori sono stati ultimati lo scorso 18 gennaio e sono serviti a realizzare un nuovo tratto che ha permesso di tagliare il promontorio ubicato a monte della frana, alleggerendo il peso gravante sulla stessa mediante uno sbancamento, al fine di allontanare la strada dall’area di frana e di dotarla di necessarie opere di contenimento e di regimentazione idraulica, con barriere di sicurezza, idonea segnaletica orizzontale e verticale, nonché piantumazione di flora autoctona”. Poi, il sindaco De Giacomo aggiunge che l’opera edile ha previsto il “ripristino della pavimentazione” e l’esecuzione di lavori di “contenimento e regimentazione meteorica lungo il tratto di strada chiuso al traffico, per una lunghezza di circa 1 chilometro e 600 metri”. Il movimento franoso interessò metà della sede stradale, per una lunghezza di circa dieci metri. In questi anni, la zona interessata dalla frana, ubicata a circa tre chilometri dal centro abitato miglionichese, è stata bypassata da un percorso alternativo lungo 1 chilometro, all’interno della contrada rurale “Pian dell’Oste”, ricadente nell’agro di Miglionico.

di Giacomo Amati

 

Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni clicca sul link seguente privacy.

Ho capito.
EU Cookie Directive Module Information