Sei qui: Home Miglionico sulla stampa locale La legalità parte dalla scuola

La legalità parte dalla scuola

Stampa 

MIGLIONICO. La legalità parte dalla scuola. Per la giornata dedicata al ricordo, la giurista di origini lucane, Silvana Arbia, sabato 9 febbraio dalle ore 10:30 sarà ospite nella sala Auditorium del Castello del Malconsiglio. L'incontro con la giurista che, ricopre dal 2008 l'incarico di cancelliere della Corte penale internazionale (International Criminal Court), è stato organizzato dall'associazione Culture in Movimento in collaborazione con il locale Istituto Comprensivo don Donato Gallucci. "L'evento - precisa Graziana Ventura, presidente di Culture in Movimento, è organizzato nell’ottica di perseguire una proficua sinergia tra i ragazzi della scuola secondaria di primo grado e la nostra associazione culturale allo scopo di promuovere e diffondere la cultura della legalità. Il ricordo della tragedia delle foibe e delle persecuzioni di ogni genere, consentirà una riflessione più approfondita sui temi della tolleranza, della pace, del rispetto, dell’accoglienza e sul ruolo della scuola, che è fondamentale nella formazione delle future classi dirigenti". In magistratura da oltre trent'anni lavorando per la tutela dei diritti fondamentali, la Arbia rivendica con fierezza le proprie radici. Radici che hanno ispirato le sue scelte e motivato il suo impegno, sia in Italia che all’Estero per la salvaguardia dell’ambiente, la protezione dei più deboli e indifesi e l'accesso alla giustizia e alla verità. Scelte e verità impresse nel suo libro edito da Mondadori nel 2011 e vincitore del premio Levi: “Mentre il mondo stava a guardare: vittime, carnefici e crimini internazionali. Le battaglie di una donna magistrato nel nome della giustizia”. Un libro per il quale l'Arbia abbandonò un incarico prestigioso alla corte d'appello di Milano per recarsi in Ruanda, uno degli angoli più martoriati del pianeta. Un senso di giustizia per dare visibilità ai gravi fatti che lì accadevano: migliaia di persone, in maggioranza tutsi di ogni età che venivano trucidati a colpi di machete dagli hutu, in quello che resta uno dei peggiori genocidi nella storia dell'umanità ed il mondo era rimasto a guardare. Alla giornata interverranno il sindaco Angelo Buono ed il parroco don Mark Stanislaus oltre alla dirigente scolastica Elena Labbate che non si è mai sottratta dal fornire quel contributo culturale indispensabile a vivacizzare il confronto sociale nella comunità dove, anche grazie a un volontariato diffuso, si cerca di tenere alta l’attenzione sui temi che riguardano la civile convivenza. I ragazzi del locale isitituto, coordinati dal dott Vito Cilla avranno modo di intervistare e nutrire la loro curiosità dalla viva voce della giurista.

dal Quotidiano della Basilicata
di Antonio Centonze

 

Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni clicca sul link seguente privacy.

Ho capito.
EU Cookie Directive Module Information