Sei qui: Home Miglionico sulla stampa locale Un moderno progetto di cooperazione

Un moderno progetto di cooperazione

Stampa 

MIGLIONICO. Un moderno progetto di cooperazione. All’avanguardia nel settore della gestione dei rifiuti urbani. E’ quello in forma associata e coordinata dei servizi di raccolta, recupero e smaltimento dell’immondizia urbana. Si fonda sulla collaborazione di ben quattro Comuni del Materano: Miglionico, Pomarico, Grottole e Grassano. E’ stato ideato da circa due anni ed avviata la proceduta d’appalto. Ma, purtroppo, non è ancora partito. E’ bloccato ai nastri d’avvio. Come un cavallo da corsa che resta fermo al palo di partenza. Motivo? Va ripetuta la gara d’appalto. E’ il verdetto emesso dal Tar (Tribunale amministrativo regionale) di Basilicata, accogliendo il ricorso presentato da una ditta, la “Pellicano Verde”, che aveva chiesto l’annullamento della determinazione della Provincia di Matera, promotrice della gara d’appalto, con la quale era stato aggiudicato l’appalto medesimo a favore della ditta “Progettambiente”. Risultato: la vicenda s’ è complicata. E, adesso, è probabile che la gara venga rifatta sulla base di una nuova e più chiara formulazione degli elementi costitutivi della proceduta del bando d’appalto. E’ verosimile che l’appalto venga affidato alla ditta che presenti un’offerta economicamente più vantaggiosa. Giova ricordare come la gestione unitaria del ciclo di raccolta dei rifiuti urbani preveda l’utilizzo del sistema “porta a porta”, il trasporto e lo smaltimento differenziato dei rifiuti sia del tipo “solidi urbani” sia di quelli “indifferenziati”, ingombranti, speciali e pericolosi. Ovviamente, la gestione del servizio comprenderà anche quello riguardante la pulizia stradale che sarà effettuato sia in modo manuale che meccanizzato. L’importo complessivo dell’appalto è di 9 milioni 871 mila e 400 euro (Iva inclusa): sarà finanziato dall’Unione europea (Ue). Tutta la gestione del servizio sarà coordinata dal Comune di Miglionico, in quanto capofila. I costi di gestione del servizio saranno equamente ripartiti tra i quattro enti comunali, in ragione del peso anagrafico degli stessi. In pratica, in misura proporzionale al numero degli abitanti residenti nei quattro centri del Materano che si sono consociati. La somma complessiva del canone annuale da versare alla ditta che si aggiudicherà l’appalto sarà di 1 milione 410 mila e 214 euro.

dalla Gazzetta del Mezzogiorno
di Giacomo Amati

 

Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni clicca sul link seguente privacy.

Ho capito.
EU Cookie Directive Module Information