Sei qui: Home Miglionico sulla stampa locale Grandi firme dell’arte contemporanea e giovani talenti della pittura sono insieme nella mostra internazionale, “MMMMMMM/Storie dell’arte contemporanea”

Grandi firme dell’arte contemporanea e giovani talenti della pittura sono insieme nella mostra internazionale, “MMMMMMM/Storie dell’arte contemporanea”

Stampa 

immagine

MIGLIONICO. Grandi firme dell’arte contemporanea e giovani talenti della pittura sono insieme nella mostra internazionale, “MMMMMMM/Storie dell’arte contemporanea”, in esposizione nell’incantevole scenario del castello medievale del Malconsiglio. La collettiva, curata da Angelo Bianco, direttore artistico della fondazione, “Southentage per l’arte contemporanea”, sarà inaugurata sabato 28 luglio, alle 19 e sarà aperta al pubblico, tutti i giorni (dalle 18 alle 21,30), fino al 15 settembre 2012. L’iniziativa, che ha il patrocinio del Comune di Miglionico e il sostegno del Dipartimento cultura della regione Basilicata e dell’Apt di Matera, “interferisce – osserva Roberto Martino, direttore della fondazione Southeritage – con gli spazi del castello miglionichese fortemente caratterizzanti, in senso storico, culturale e architettonico per unire sincreticamente la storia del nostro territorio con alcuni caratteri della storia dell’arte contemporanea: il progetto contempla ben 4 artisti presenti nell’ultima Biennale internazionale d’arte di Venezia”. Complessivamente, i lavori in mostra portano la firma di 17 artisti: si tratta di Mario Airò, John Bock, Nicola Carrino, Cima da Conegliano, Mat Collishaw, Michelangelo Consani, Dora Garcia, Thomas Hirschhorn, Urs Luthi, Marisa Merz, Carsten Nicolai, Robert Pettena, Emilio Prini, Mario Schifano, Pedraig Timonej, Xavier Veihan e Sislej Xhafa. “La collettiva – precisa Angelo Bianco – è anche una combinazione, un montaggio e un dialogo tra due iniziative presentate in un’unica location: porta all’attenzione del pubblico artisti storici attivi in regione dagli anni Sessanta e Settanta, il cui lavoro è oggi ancora particolarmente significativo per una certa affinità con le pratiche artistiche più contemporanee”. Inoltre, Bianco sottolinea come il comune denominatore delle opere esposte “diventa il legame con lo spazio e la storia dei luoghi, in un allestimento che alterna volutamente aree chiuse e aperte, interne ed esterne in cui, come contrappunto alla ricerca contemporanea, si insinuano alcune rarità storiche che accompagnano i lavori in mostra”. Infine, Bianco spiega che, “in questo quadro curatoriale, i lavori dell’artista Franco Di Pede, appartenenti a ricerche estetiche diverse, si confrontano con le opere realizzate dagli artisti esposti in mostra”. In definitiva, si tratta di una collettiva che è il frutto di un progetto che mette “in comunicazione vari mondi artistici per saggiarne la validità concettuale ed operativa”. Alla cerimonia d’inaugurazione saranno presenti Vincenzo Viti, assessore regionale alla Cultura, il consigliere regionale Giuseppe Dalessandro e il sindaco di Miglionico, Angelo Buono (Pd) che farà gli onori di casa.

dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 28/07/2012
di Giacomo Amati